Una villa un po’ particolare in quel di Fiesole…

Fiesole è famosa per le sue ville bellissime, ma non tutti sanno che tra queste ce ne è una dall’atmosfera dolcemente esoterica. E’ quella di Paolo Peyron, discendente di una famiglia torinese che aveva affari a Prato e che ereditò la villa nei primi anni del 1900.Da allora si impegnò a conferire alla villa e al bosco attorno, denominato Bosco di Fontelucente -sentite che nome fatato!- un’impronta strettamente personale e modellata su scelte ben precise.

o.jpg

Già sulla porta d’ingresso, si nota l’iscrizione: “non della mia casa, ma del mio cuore vi apro le porte.”  e da lì capiamo che, più ci addentriamo in questo luogo, e più entreremo anche nella vita del suo proprietario.

Il giardino è di gusto rinascimentale ed è disseminato di statue di dei pagani, fauni e satiri, rappresentazioni delle quattro stagioni, piante meravigliose e puttini amorevoli che spuntano in ogni dove. Sembrerebbe un classico giardino all’italiana, ma è in realtà un vero e proprio percorso verso la conoscenza. Lo snodo dei sentieri ci conduce al nostro IO interiore e ogni terrazzamento ci porta sempre più giù, nel profondo del bosco, dove ci perdiamo per poi ritrovarci più spiritualmente ricchi di prima.

occhio massonico.jpg

Il famoso occhio massonico ci osserva dall’entrata e ci segue fino alla fine, come sempre presente è la presenza di Peyron stesso. Lo si può immaginare passeggiare e meditare all’ombra dei grandi alberi a godersi la meravigliosa vista su Firenze: “realizzare uno squarcio nel bosco, per ammirare il paesaggio” .

villa peyron.jpg

Alla morte di Peyron, la villa è passata alla Fondazioni Parchi Monumentali Bardini e Peyron, sul cui sito troverete tutte le info per visite e orari d’apertura.                                     Non è un caso che i nomi dei due personaggi siano stati uniti nella fondazione, dato che in vita erano amici uniti dalla passione per l’arte e per i giardini che entrambi avevano modellato a proprio piacimento.

Un’occasione per vedersi sia villa che giardino si presenta nelle ultime settimane di Ottobre, quando andranno in scena le repliche dello spettacolo Archibùsati di Alessandro Riccio pensata proprio per una location d’eccezione: il salone principale di Villa Peyron.

Qui le info sulla pièce teatrale.

L’occhio veglierà anche su di essa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...